Arance di Ribera

Ricette con le Arance di Ribera

  • Marmellata di Arance di Ribera

Ingredienti: 18 arance di Ribera - 2 limoni siciliani – zucchero- 3 cucchiai di rum

Preparazione: forate le arance con i rebbi di una forchetta;

immergetele in abbondante acqua fresca, lasciandole ammollo per tre giorni, sostituendo l’acqua due volte al giorno.

Tagliate poi le arance senza sbucciarle, a fettine sottili;

pesate le arance e cuocetele con acqua pari a metà del loro peso per una decina di minuti.

Trascorso questo tempo aggiungete lo zucchero in peso uguale a quello delle arance e i limoni non sbucciati, tagliati a lamelle e privi di semi.

Mescolate in continuazione perché la marmellata di Arance di Ribera non attacchi al fondo del recipiente e cuocetela sino a giusta densità.

Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.

Aggiungete il liquore e invasate.

 

 

  • Marmellata di arance amare

Ingredienti: kg 1,600 di zucchero per ogni kg di polpa di arance.

Mettere in una casseruola ben capace acqua abbondante e portare a bollore;

gettatevi le arance e lasciate bollire, finché siano morbide tanto da potervi infilare agevolmente uno stuzzicadenti. Toglietele dal fuoco, immergetele in un recipiente d’acqua fredda e lasciatevele per due giorni, cambiando l’acqua due o tre volte al giorno.

Scolate ed asciugate le arance, tagliatele, asportatene semi e filamenti bianchi, riducetele in lamelle sottili.

Pesate la polpa. Aggiungete lo zucchero, versate nella casseruola e fate sbollire, rimestando spesso, finché la marmellata abbia raggiunto la giusta consistenza.

 

 

  • Gelatina di Arance di Ribera

Ingredienti: 3 kg di Arance di Ribera ; zucchero circa 1 kg; una stecca di vaniglia

Svolgimento: tagliate a metà le arance; spremete tutto il succo;

filtratelo attraverso un colino a maglie fitte, misurate il succo e per ogni litro di succo di arance aggiungete 750 g di zucchero.

Mettete il succo di arance e lo zucchero nel recipiente di cottura e unite la stecca di vaniglia, ponete a fuoco lento e mescolando con un cucchiaio di legno fate sciogliere lo zucchero.

Schiumate accuratamente il composto, badando di non allontanarvi dai fornelli perché è facilissimo che la gelatina trabocchi.

Continuate la cottura finché l’ebollizione si faccia più lenta, indice questo che la gelatina d’arancia è prossima al punto giusto di cottura, che si riconoscerà con la prova del piatto.

È necessario fare bene attenzione perché prolungando eccessivamente la cottura, lo zucchero si caramellizzi.

Togliete lo stecca di vaniglia ( che lavata ed avvolta nello zucchero, servirà per usi successivi).

Versate la gelatina nei vasi, ricopriteli con un tovagliolo e lasciate raffreddare.

Chiudete ermeticamente.

 

 

  • Arance di Ribera sciroppate

Ingredienti: 1 kg di arance- 550 g di zucchero- ½ litro d’acqua.

Svolgimento: sbucciate le arance, eliminando il più possibile i filamenti bianchi e, intere, immergetele in abbondante acqua fredda, lasciando le arance per un intera giornata.

Cambiate l’acqua e cuocete le arance a fuoco molto lento per 5-6 minuti, poi sgocciolatele molto bene. Tagliate le arance a fettine dello spessore di ½ cm.

Approntate lo sciroppo: fate bollire l’acqua con lo zucchero per 10-12 minuti e lasciatelo raffreddare. Accomodate le fettine di arance nei vasi, ricopritele con lo sciroppo, chiudete ermeticamente e sterilizzate per 35 minuti.

 

 

 

  • Bucce candite d’arancia o di limone

Ingredienti: 600 g di scorza di arance – 500 g di zucchero

Tagliate le scorza delle arance mature, sezionatele a spicchi regolari.

Cuocetele le scorze delle arance in acqua da 15 a 20 minuti, poi toglietele dal fuoco e passatele in acqua fredda, cambiando questa due o tre volte, perché le bucce di arancia diventino subito fredde.

Lasciate le bucce di arancia di Ribera a bagno fino al giorno dopo.

Cambiate nuovamente l’acqua e il giorno seguente gettate le bucce in un tegame assai capiente, versate acqua in quantità tale che non arrivi a ricoprire le bucce di arancia.

Aggiungete 100 g di zucchero e mettete a fuoco fino a raggiungere la bollitura (ciò togliete il tegame dal fuoco al primo bollore) e lasciatelo raffreddare.

Quest’ultima operazione (mettere a fuoco e poi lasciar raffreddare) deve essere ripetuta parecchie volte, aggiungendo ogni volta un po’ di zucchero, finché si sia formato un sciroppo molto denso e l’acqua sia totalmente evaporata.

Nella fase ultima togliete le bucce di arance con un cucchiaio di legno.

Identico procedimento per candire le bucce di limoni.

 

 

  • Salsa- crema di arance di Ribera

Ingredienti: 200 g di zucchero- 100 g di burro- 20 cucchiai di succo d’arancia- 25 g di maizena- 20 cucchiai d’acqua fredda- 20 cucchiai d’acqua calda- 3 cucchiai di succo di limone

Preparazione: setacciate maizena e zucchero, diluendoli con acqua fredda; quando avrete ottenuto un composto omogeneo, senza grumi, aggiungete acqua calda, quindi ponete a fuoco dolce, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno.

Per tutto il tempo di cottura dovrà bollire appena.

Prima di togliere dal fuoco, aggiungete i succhi di frutta di arance e limone, il burro e mescolate un momento.

Questa crema salsa è eccellente, particolarmente indicata se accompagna budini o sformati; è di consistenza piuttosto densa, con un aspro profumo di arance.

 

  • Composta d’arancia e rabarbaro

Ingredienti: 700 g di gambi di rabarbaro tagliati a pezzetti- 2 arance tagliate a fettine sottili con la buccia- 200 g di zucchero

Preparazione: in un tegame mettete tutti gli ingredienti e fate cuocere per un’ora a fuoco moderato, mescolando spesso con un cucchiaio di legno.

 

Otterrete una squisita composta di frutta dal colore rosa ricoperta di molto sciroppo leggero, con delicato sapore di arancia.